C’è uno stop alla riforma delle spiagge. Sembra destinato a rimanere sulla carta il ddl riguardante la riforma delle Spiagge, approvata dalla Camera e attualmente al Senato. Avevamo dato conto dell’iter legislativo di questo disegno di legge ed eravamo arrivati all’approvazione della Camera dei Deputati, con una certa sicurezza da parte dei partiti di maggioranza di poter approvare il testo al Senato, o al massimo di riuscire ad inserirlo nella legge finanziaria.

Nessuna conversione in legge

Secondo quanto viene riferito da fonti parlamentari, ieri la riunione delle commissioni Industria e Finanze ha di fatto sancito il fatto che il ddl delega non verrà mai convertito.

Di fronte a Salvatore Tomaselli (Pd), che ha chiesto di approvare il ddl cos¡ come arrivato dalla Camera e in tempi rapidi, tutti gli altri gruppi hanno invece chiesto di fare audizioni per ragionare su dei correttivi.

Le relatrici lasciano

A quel punto, viene raccontato, le relatrici Stefania Pezzopane (Pd) e Mara Valdinosi (Pd) hanno rimesso il mandato nelle mani dei rispettivi presidenti, prendendo atto del fatto che non ci sono le condizioni (e nemmeno i numeri) per procedere allapprovazione della legge che avrebbe delegato il Governo a riformare la normativa in maniera di concessioni demaniali marittime alla luce della direttiva Bolkestein.

Fonte: regioni.it

5 + 14 =