E’ finalmente tempo di pensare al sole al caldo, ai primi bagni. Le coste italiane hanno angoli di bellezza spettacolare, in cui al fascino della natura che non ha nulla da invidiare ai Caraibi, si aggiungono storia e cultura e un’enogastronomia tutta da scoprire. Ecco le 10 più belle ed amate dai viaggiatori.

Il motore di ricerca Skyscanner ha stilato una classifica ponderata delle spiagge più belle, considerando diversi fattori, fra cui la loro pulizia, lo stato delle acque, l’unicità del paesaggio circostante (molte spiagge sono inserite in parchi naturali o riserve protette) e i suggerimenti dei viaggiatori.Le prime dieci si trovano concentrate in Sardegna, Sicilia, Puglia e Calabria.

 


Cala Monte Turno, Castiadas (CA), Sardegna – Ad aprire la classifica 2018 è Cala Monte Turno, un’incantevole baia nella parte meridionale della Sardegna, compresa tra lo scoglio di Sant’Elmo a nord e il litorale di Marina di San Pietro a sud. Con l’inconfondibile profilo della roccia vulcanica del Monte Turno all’orizzonte e il contrasto cromatico tra il celeste dell’acqua e il verde della vegetazione, spezzato dal bianco acceso dell’arenile. La spiaggia, adorata dagli sportivi a caccia di vento, si raggiunge percorrendo da Castiadas la Strada Statale 125, seguendo le indicazioni per Cala Sinzias sulla Strada Provinciale 18.


Grotta della Poesia, Roca Vecchia (LE), Puglia – Villaggi di pescatori, antiche leggende, bandiere blu, sapori salentini, calette e rocce fanno delle Marine di Melendugno uno dei tratti costieri più belli di tutta la Puglia. Lungo la strada che collega San Foca a Torre dell’Orso, si può lasciare la macchina e fare visita alla meravigliosa Grotta della Poesia per buttare un occhio sulle acque celestiali di una piscina naturale tra le più belle del mondo e, con un pizzico di coraggio, anche tuffarsi tra gli applausi dei presenti.

 


Spiaggia di Michelino, Parghelia (VV), Calabria – Lungo la Costa degli dèi, tra Tropea e Zambrone, si trova Parghelia, che non mancherà di affascinare per la bellezza del suo litorale, punteggiato dalle spiagge di Michelino, Vardano e La Grazia, una più bella dell’altra, tutte perfette per un tuffo nel blu più intenso della Calabria. Michelino è una spiaggia italiana che metterà a dura prova le le gambe dei suoi visitatori, ma saprà come ripagarli: per raggiungerla si deve scendere una scalinata di 210 gradini e piantare l’ombrellone sulla sua soffice sabbia dorata. Meglio assicurarsi di avere con sè tutto il necessario per affrontare una giornata di sole e sale, in compagnia degli Scogli della Ringa, dello Stromboli che fa da sfondo, e di una natura incontaminata tutta intorno.

 


Tonnara di Scopello, Castellammare del Golfo (TP), Sicilia – Con la meravigliosa Tonnara di Scopello ci troviamo nel territorio di Castellammare del Golfo, a pochi passi dal borgo marinaro di Scopello, all’interno della Riserva Naturale dello Zingaro, uno dei luoghi più belli della Sicilia da visitare almeno una volta nella vita. Non capita tutti i giorni, infatti, di sdraiarsi al sole circondati da un’antica tonnara del XIII secolo, in compagnia di scenografici faraglioni e di un mare luccicante macchiato di verde smeraldo e blu intenso.

 

Capo Malfatano, Teulada (CA), Sardegna – Con Capo Malfatano restiamo a sud della Sardegna, sempre nella provincia di Cagliari. Questo, che è un selvaggio promontorio all’estremità sud-occidentale dell’isola, dà anche il nome a una spiaggia di grande impatto scenografico che, con le sue acque di cristallo, si trova al centro di altre due meraviglie marine: Tuerredda, spiaggia-simbolo della regione, e Piscinnì, aspra e bella al tempo stesso. Insieme a queste, compaiono le altre “belle” quali Porto Tramatzu, Cala Zafferano, Is Arenas Biancas e tutta una serie di calette e insenature che compongono il tesoro costiero di Teulada.

 


Spiaggia di Atrani (SA), Campania – Il profumo dei limoni, la buona tavola e un’atmosfera calda come il sole che la riscalda: è la Costiera Amalfitana. Il comune di Atrani, uno dei Borghi più belli d’Italia, domina il mare dalla sua roccia stretta tra i Monti Civita e Aureo e attende i viaggiatori con la bellissima spiaggia cittadina, tagliata in due dalla foce del fiume Dragone, in estate affollata ma pur sempre spettacolare. Lasciare l’auto al parcheggio limitrofo sarà un’ardua impresa, ma si può sempre raggiungere la spiaggia con una passeggiata da Amalfi, grazie a una stradina che costeggia il mare.

 


Portixeddu, Sant’Antioco (CI), Sardegna – Sull’Isola di Sant’Antioco si incontra una Sardegna selvaggia, impreziosita da villaggi nuragici, necropoli, menhir e occupata da una natura incontaminata di pinete ombrose e spiagge bianche. Una perla costiera di cui vogliamo parlare è Portixeddu (piccolo porto), anche detta del Rio Mannu, per via della foce di un fiume che la taglia a metà. Tra Sulcis e Costa Verde si allungano così oltre 2 km di spiaggia, caratterizzati da una sabbia bianchissima e da un mare cristallino come pochi, spesso agitato dal maestrale. Un luogo perfetto dove praticare il surf, ma anche dove rilassarsi al sole, lontani da una Sardegna più frequentata. Il paese più vicino è quello di Buggerru, a 6 km: si può andare a scoprire il suo passato minerario e fare incetta dei suoi gustosi ricci di mare, che a marzo animano una golosa sagra, insieme a paranza, tonno, pesce spada e Vermentino.

 

Spiaggia di Caminia, Stalettì (CZ), Calabria – Ancora Calabria, ma questa volta ionica dove il profumo della macchia mediterranea è inebriante e la natura è selvaggia più che mai, si apre il meraviglioso Golfo di Squillace. Ci troviamo lungo la Costa degli Aranci, a sud di Catanzaro, un luogo ideale per la balneazione, turistico, ma non troppo, per lo più visitato dalle famiglie del luogo che amano prendere posto nella bellissima Spiaggia di Caminia, vanto del comune di Stalettì. Stretta tra il promontorio di Torre del Palombaro e lo scoglio della Pietra Grande, la spiaggia è pronta ad incantare con i suoi fondali blu e le grotte da esplorare. Per raggiungerla bisogna percorrere la statale 106 e parcheggiare appena dietro la spiaggia.

 


Spiaggia di Vendicari, Noto (SR), Sicilia – Una passerella di legno indicherà la strada verso il paradiso, invitando a lunghe passeggiate sulla lunga spiaggia dorata, al cospetto dei resti di un’antica tonnara, di un isolotto e di una Torre Sveva baciata dal sole. In cielo il passaggio – di tanto in tanto – degli uccelli migratori, in acqua un tappeto di Posidonia oceanica e un colore che non ha nulla da invidiare a quello delle Maldive. Stiamo parlando di una delle spiagge siciliane più belle in assoluto, quella di Vendicari, situata nella zona sud dell’omonima Riserva: per raggiungerla si entra nell’oasi faunistica che si apre sulla strada provinciale SP19.

 


Spiaggia di Masua, Iglesias (CI), Sardegna – Le spiagge della Costa Iglesiente sono davvero qualcosa di spettacolare. Tra queste la Spiaggia di Masua anche conosciuta come “Il Molo” caratterizzata da un mare policromo sfumato di verde e azzurro, da una mezzaluna di ghiaia e sabbia dal colore dell’ambra e dalla presenza del complesso minerario, oggi in disuso, di Porto Flavia. Una location speciale, perfetta per tuffi nel blu e scatti d’autore: non può mancare una foto al grandioso isolotto che si scorge in lontananza con la sua copertura di calcare bianco, il Pan di Zucchero. La spiaggia è dotata di tutti i servizi, anche per escursionismo in barca e trekking.