“Come può uno scoglio arginare il mare?” Scriveva il grande Mogol e cantava l’indimenticabile Lucio Battisti. Potrebbe diventare il leitmotiv delle spiagge italiane, sicuramente di quelle più colpite dall’annoso problema dell’erosione costiera. Sono tanti infatti in tutta Italia, da nord a sud, da est a ovest, i tratti di costa che subiscono l’erosione e che negli ultimi anni hanno visto letteralmente sparire enormi porzioni di spiaggia. 

La Campania è con Calabria, Basilicata, Puglia e Molise la regione rossa per alta percentuale di coste in erosione. In Campania il 54,1% di coste è interessato da processi di erosione costiera. La Calabria ha una percentuale altissima con il 60,9% di coste (278 km) interessato da erosione costiera, mentre Basilicata, Puglia e Molise, hanno rispettivamente il 57,6%, il 55,1% ed il 52,8% delle coste interessate da fenomeni di erosione costiera.

L’erosione delle coste è un problema grave che interessa soprattutto le regioni del sud Italia, basti pensare che tale processo interessa circa 782 km di coste meridionali. Al Nord, la regione maggiormente interessata dai processi di erosione costiera sono le Marche con il 48 per cento, l’Emilia Romagna con il 31,4%, il Veneto con il 37,3 per cento, la Toscana con il 39,3% , la Liguria con  il 16,7%  e la Sardegna con il 14,5%.

Abbiamo fatto una raccolta di alcune immagini rappresentative di questa situazione.

Litorale romano

Basilicata

Marche

Sicilia

Veneto

Campania

Calabria

Molise

Emilia Romagna

Toscana